Mattatoio Open Day 2017 – Eutopia e le reti territoriali

18922487_1563467740354231_427946830393063918_o

Mattatoio Open Day 2017 – Eutopia e le reti territoriali

 

Quest’anno c’eravamo anche noi, al MOD.

Non che abbia fatto tutta questa differenza per chi è venuto (tantissimi), o per chi da sempre lo organizza.

Ne ha fatta per noi.

Ci siamo sentiti parte di un tutto, di un movimento, : il Mattatoio Open Day non è soltanto una festa, anche se è una festa. Rappresenta l’impegno stabile di Associazionismo, attività commerciali e cittadinanza nel giocare un ruolo attivo nell’animazione culturale e sociale degli spazi. Un modello replicabile che andrebbe replicato.

Come forse saprete, i nostri scopi sociali non sono limitati né al Quartiere Vallemiano, né ad Ancona, né alle Marche se è per questo:

Portiamo via, da questa esperienza, la convinzione di essere sulla strada giusta: la nostra decisione strategica, quando (meno di un anno fa) abbiamo fatto nascere Eutopia, era stata di penetrare le Reti Associazionistiche esistenti sul territorio, supportandole con le nostre piccole competenze e nel frattempo imparando dai soci, dai volontari, dalle istituzioni coinvolte, tutto ciò si può imparare.

Ci abbiamo azzeccato.

Le reti territoriali sono, devono essere, il punto di partenza per costruire qualcosa di grande, di nuovo, di migliore, che coinvolga anche tutto il mondo, che è vasto e vario, che vive fuori dall’Associazionismo: i cittadini, innanzitutto, che devono essere atttori e spettatori. Il mondo del profit, che può e sa dare molto più che quattro soldi di sponsorizzazione, quando viene adeguatamente coinvolto.

E perché no, mettiamoci anche le Istituzioni.

Noi, dalla nostra piccola torre d’osservazione (l’Infopoint), dove distribuivamo agli interessati materiale informativo sulle varie Associazioni che compongono Casa delle Culture, abbiamo ricevuto molto più di quanto possiamo aver dato.

Tanti spunti e riflessioni per i nostri progetti futuri.

Grazie a tutti!

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su print
Condividi su email

Te ne diciamo quattro

di quattro

Disuguaglianza generazionale
Hate speech
Mobilità Europea
Progettazione Europea

Vuoi iscriverti alla newsletter?