9 agosto 2017

TH!NK



Lisbona, 9-17 Ottobre 2017

 

Si è concluso (con grande successo!) il nostro primo Scambio Giovanile, finanziato nell’ambito del Programma Erasmus+, Azione Chiave 1, organizzato dai nostri partner portoghesi di Associação Spin.

30 ragazzi, 5 per ogni Paese, (Portogallo – Associação Spin; Estonia – Continuous Action; Italia – NOI!; Macedonia – CID; Polonia – Stowarzyszenie Tratwa; Scozia – Achieve More Scotland) sono stati ospitati presso lo “SPIN Hostel”, l’Ostello sociale gestito dall’Associazione, per riflettere sul tema della post-verità.

L’Ostello, situato nel cuore del Barrio Padre Cruz, quartiere “popolare” di Lisbona, periferico rispetto alle zone più turistiche della Città, ci ha offerto un’esperienza vera e profonda di come il Portogallo stia affrontando le sue sfide più difficili. Riqualificato recentemente dopo anni difficili, in cui il Barrio era depresso da tassi di disoccupazione e tossicodipendenza altissimi, il Barrio sta vivendo attualmente una bella rinascita, dovuta all’opera costante (finanziata anche dalla Municipalità) di molte Associazioni, tra cui SPIN. Anche grazie alle molte opere di street art dislocate in ogni angolo, che abbiamo avuto modo di vedere ed esplorare durante lo Scambio.

Sono stati 8 giorni densi… i nostri ragazzi Francesco, Elia, Seivj e Esmeralda hanno sperimentato (3 di loro per la prima volta) lo spaesamento di trovarsi gomito a gomito con tanti ragazzi provenienti da ogni angolo d’Europa, l’esperienza straniante di passare da sconosciuti ad amici nel giro di una settimana, la meraviglia sempre più grande di scoprire di essere tutti sulla stessa barca, di avere gli stessi interesssi nonostante le barriere culturali… e infine il sentimento agrodolce di tornare a casa!

Le attività principali dello Scambio sono state:

  • workshop, basati sull’educazione non formale, sul tema della Post-verità e del rapporto tra Media e Politica;
  • interviste agli abitanti del Barrio Padre Cruz, per capire cosa ne pensano e cosa sanno della Post-verità;
  • presentazioni sulla situazione attuale nei Paesi partner (e qui, per noi Italiani, c’è stato parecchio da dire!);
  • dibattiti;
  • visite studio in giro per Lisbona;
  • preparazione, da parte dei partecipanti, di un modulo di educazione non formale sul critical thinking, che presto dissemineremo in Italia!

Trovate alcune foto dello Scambio nello slideshow: